I migliori Router 2017

Come Estendere il segnale Wifi

Per collegarsi senza fili ad internet, è innanzitutto necessario ricevere un segnale sul nostro dispositivo (PC o smartphone) dal Router. E se vogliamo navigare senza problemi è importante che questo segnale sia il più forte possibile, cioè di buona qualità e stabile. Fino a quando ci troviamo nella stessa stanza del router Wireless non ci saranno ovviamente mai problemi di connessione, ma appena c'è qualche muro che ci divide dal apparecchio le cose cambiano. Per potersi collegare da veramente tutta la casa; ci sono diversi metodi per estendere il segnale wifi e cose a cui fare attenzione durante l'acquisto stesso del router.

Utilizzare Antenne più potenti:

Sono le Antenne a creare il segnale Wifi, più potenti sono le antenne e più ampio sarà il campo wifi. Durante l'acquisto di un nuovo Router bisogna quindi ben considerare questo fattore.
Tutte le antenne hanno una potenza di ricezione/diffusione del segnale che può essere misurata in dBi (decibel isotropic). Un router base ha di solito almeno un'antenna omnidirezionale di 2-3dBi, mentre un Router più efficiente/potente ha 2-3 (o più) antenne di almeno 3bBi fino a 5dBi. In molti Router con antenne esterne è inoltre possibile staccare le antenne e sostituirle con più potenti; come ad esempio questa antenna Omnidirezionale di 8dbi (ca. 6 Euro) o con questa antenna direzionale (9dBi) che concentra il segnale verso una direzione specifica.

 


Utilizzare un secondo Access point (Wireless Bridging):

Un altro metodo per Estendere il segnale è quello di collegare 2 o più router, cioè mettendo ad esempio un Router (quello principale) al piano terra ed un secondo al primo piano. Il miglior metodo per creare questo collegamento è ovviamente il cavo Ethernet (Bridge Ethernet), ma è possibile creare questo collegamento tra due router anche senza alcun filo attraverso il "Wireless Bridging" o WDS. Un apparecchio in grado di funzionare in "Bridge Mode" è disponibile a partire da 20 Euro (conviene utilizzare apparecchi dello stesso produttore per assicurarsi la compatibilità). 

Utilizzare un Ripetitore Universale (Range Extender / Repeater):

L'alternativa al wireless bridging sono i Ripetitori universali (Repeater) che funzionano suppergiù allo stesso modo ma riescono a ripetere qualsiasi segnale wifi (senza quindi doversi preoccupare della compatibilità). Il Repeater va posizionato in un luogo che comunque è raggiungibile dal segnale wifi e da quel punto riesce poi a copiare ed amplificare il segnale, in modo da aumentare la copertura della rete wireless.


Utilizzare la rete Elettrica (Powerline adapter):

Se propria non riuscite a far arrivare il segnale in una determinata stanza; esiste anche la possibilità di far passare la connessione di rete attraverso la presa elettrica. Esistono infatti degli adattatori (detti Powerline) che consentono di collegare il Router via Ethernet ad una presa, dopodiché sarà possibile collegare ad una qualsiasi altra presa elettrica in casa (indipendente da quanto sia lontana) un altro adattatore che ci collega al router.

Come Configurare un Modem Router ADSL

Questa è una guida base su come installare e configurare correttamente un "Modem Router Wireless", cioè un apparecchio "all in one" (con modem interno) con incluso tutto il necessario per collegarsi a internet.
Innanzitutto è necessario avere una linea adsl già attivata: la linea si attiva richiedendo una connessione al proprio provider (telecom, fastweb, infostrada o simili).
Per iniziare a navigare dovete poi acquistare un Router, che di solito viene fornito con tutto il necessario per farlo funzionare.

Come collegare il Router alla linea telefonica:

Quando si acquista il Router è di solito allegato anche un "filtro adsl" ed i cavi necessari, i quali vanno collegati come mostrato qui nel immagine a destra. Una normale cavo, tipo telefono, va inserito nel router nella porta "WAN" (spesso di colore diverso rispetto alle altre 4 porte Ethernet) e collegato al filtro adsl.

Come Configurare il Router:

Installazione automatica:
I nuovi router hanno nella configurazione base attivato il DHCP (protocollo di configurazione IP dinamica) che permette di riconoscere le impostazioni di rete e collegarsi al ISP (internet service provider) automaticamente.

Installazione con CD:
Quando si acquista un Router viene fornito anche un "CD di installazione". Avviando il programma è possibile seguire passo dopo passo la configurazione. Il software chiederà ad esempio in quale paese ci si trova e quale ISP (ad esempio Alice-telecom) si utilizza e quale chiave di rete utilizzare.

Configurazione Manuale:
E' ovviamente anche possibile configurare tutto manualmente. Innanzitutto è necessario collegare un pc al Router attraverso un cavo Ethernet ed aprire il browser internet immettendo nella barra di ricerca l'indirizzo ip del router. L'indirizzo lo trovate scritto sul router stesso e nel manuale (spesso è qualcosa di questo tipo: http://192.168.1.1/), insieme al nome utente e password (di di solito: admin / admin) per accedere al panello di amministrazione.
Al interno del panello trovate anche lo strumento di installazione facile: "configurazione veloce" o "Quick wizard"/ "Quick Start" che vi guida nel installazione. Potete però anche modificare tutti parametri manualmente.
Esempio di configurazione adsl per Alice (Telecom):
Se avete ad esempio l'Adsl di Alice, i parametri da impostare sono i seguenti:
nome utente: aliceadsl, password: aliceadsl, VC: PVC0, VPI: 8, VCI: 35, ISP: PPPoA/PPPoE, Incapsulamento: PPoE LLC, Ottieni indirizzo IP: Dinamico.
Per i parametri asl degli altri fornitori; potete controllare nei relativi siti web (o chiamando il servizio clienti) di chi vi offre la connessione internet.

Router 3G / LTE 4G

Collegarsi ad internet con il cellulare è diventato oggi più semplice che mai, con le connessioni di nuova generazione (4G) è persino possibile raggiungere una velocità paragonabile alla classica linea adsl. Anche i Piani Internet delle compagnie telefoniche rendono sempre più vantaggioso e semplice l'utilizzo di una SIM per navigare online.
Navigare con una SIM non significa però dover utilizzare esclusivamente il cellulare: esistono infatti moltissimi metodi per condividere la connessione 3g sia con il PC che con altri apparecchi wireless.


Thetering: Utilizzare lo Smartphone come Router


Quello che molti non sanno è che i nuovi cellulari Smartphone hanno tutti integrata la possibilità di funzionare anche come Router Wireless. Basta infatti attivare la "funzione Thetering" del cellulare per condividere la connessione Dati (3G) attraverso il Wifi con altri. Insomma come con un vero è proprio Router wifi, ed è anche possibile proteggere e criptare la connessione inserendo una chiave di rete. Una guida più approfondita su come fare la troverete (presto) qui.


Router con slot scheda Sim:


Esistono anche dei Router create appositamente per funzionare con una scheda SIM invece che con una linea ADSL. Questi apparecchi dispongono di uno slot per inserire la sim e condividono la connessione attraverso un segnale wireless.

Cos'è e come scegliere un Router Wifi

Definizione:

 Il Router è, tradotto letteralmente, un "instradatore" cioè un apparecchio che fa in modo che i dati di una rete seguono un percorso specifico per arrivare da un punto al altro. In sostanza il router viene utilizzato per collegare uno o più PC ad una rete locale o via internet.
I router Wifi riescono a creare questo collegamento senza l'utilizzo di cavi, emettendo un segnale elettronico wireless.

Come scegliere un Router:

La prima cosa da decidere è se il router deve avere un modem integrato o non. Molti router fungono infatti soltanto da Access Point e necessitano quindi di un modem adsl esterno da collegare separatamente.
Il Secondo punto da considerare durante l'acquisto è la qualità, la potenza ed il tipo di segnale wireless trasmesso dal Router: I più comuni sono attualmente quelli con tecnologia "N" (802.11n), ed in futuro "AC" (802.11ac), che ormai hanno superato il vecchio wireless "G" (che raggiungeva un velocità di trasmissioni di soli 54Mbps). I router con Wireless "N" sono disponibili con diverse velocità massima di trasmissione dati che parte dai 150Mbps di un router base fino a 900Mbps; utili per trasferimenti di grandi dati e con molti utenti connessi. I router più diffusi raggiungono una velocità di 300Mbps (N), che sono comunque molto più che sufficienti per navigare con una normale connessione adsl a 7 Mega (per cui basterebbe anche una velocità minore).